Brexit services – Brexit Business Unit

Il tuo business è pronto per la relazione futura tra UE e UK? Le conseguenze dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea potrebbero avere impatti significativi sul tuo business. Cosa aspetti? Il momento di agire è ora

Better being cautious than sorry!

È difficile prevedere quale sarà l’esito del negoziato in corso tra UE e UK che andrà a regolare la futura relazione. È verosimile, infatti, che fino alla fine del periodo transitorio (31 dicembre 2020), vi sia incertezza sul grado di apertura che un eventuale accordo commerciale potrà raggiungere. Gli operatori economici, rimanendo in attesa che questa incertezza si risolva, incapaci di reagire prontamente agli sviluppi nelle relazioni con il Regno Unito, rischiano di subire ingenti perdite.

In questo momento, è fondamentale rivedere la propria strategia aziendale in chiave Brexit, ossia identificare e quantificare i rischi cui essa espone: supply chain, finances, tax, compliance, governance, IT, HR legal, operations and more.

La tua struttura fiscale rimarrà ottimale? Quali sono le implicazioni sul lato tariffe, dogane, flussi transazionali e transfer pricing? I tuoi contratti sono a prova di Brexit? Le tue risorse umane saranno impattate dal nuovo regime migratorio? Hai bisogno di un Economic Operator Registration and Identification number (EORI)?

Gli impatti della Brexit sul tuo business sono molteplici e incidono su diverse aree contemporaneamente – il tempo di agire è ora.

The Brexit clock is ticking

You need a future-proof strategy in place by the end of 2020, or your business could suffer irreparable damage. Time is running out.


206

:

Days
14

:

Hours
09

:

Minutes
14
Seconds

Potenziali aree di impatto: Non ritardare l’azione!

UK VAT o Numero EORI

Necessiti di una posizione IVA in UK oppure di un codice (numero?) EORI? La concessione di queste autorizzazioni potrebbe subire significativi rallentamenti verso la fine dell’anno. Per evitare di essere colti all’ultimo secondo da pratiche burocratiche, inizia oggi se ancora non lo hai fatto.

Compliance Doganale

Oltre al requisito di detenere un numero EORI, dopo il periodo di transizione dovrai redigere dichiarazioni doganali per le spedizioni da e verso il Regno Unito.

Impiegherai un agente doganale ad assisterti nell'adempimento doganale o presenterai le dichiarazioni doganali in-house? Hai preso in considerazione i vantaggi competitivi derivanti dall'ottenere lo status di AEO o di esportatore autorizzato e i risparmi che potresti conseguire dai regimi doganali speciali quali, ad esempio, il perfezionamento, il deposito doganale o l'uso particolare?

ERP

Hai tempo fino alla fine dell'anno per aggiornare il tuo sistema di pianificazione delle risorse aziendali (ERP) per tenere conto delle future relazioni commerciali con il Regno Unito, inclusi i requisiti di fatturazione, i potenziali nuovi flussi di business, gli obblighi di comunicazione e altro ancora. Inizia ora il processo, se non l'hai già fatto.

Struttura fiscale

In un contesto fiscale sempre più complesso e mutevole a livello globale, per molte organizzazioni è già molto difficile comprendere le implicazioni fiscali interne, i flussi di transazioni infragruppo e la catena di fornitura “end-to-end”, e la Brexit aggiungerà ulteriore complessità a tutto ciò, per cui le organizzazioni hanno bisogno di essere preparate.

Il modello operativo aziendale esistente potrebbe dover cambiare a causa dei cambiamenti nella normativa, ma anche perché le nuove norme fiscali che disciplinano i rapporti con le istituzioni britanniche potrebbero portare a strutture e flussi non efficienti dal punto di vista fiscale.

Nel valutare la via da seguire per il vostro business post-Brexit è quindi di fondamentale importanza valutare anche le minacce e le opportunità derivanti dal cambiamento del panorama fiscale inerente i rapporti Italia-UK, definendo un modello operativo di business adeguato ed una struttura fiscale efficiente e potenzialmente in grado di migliorare la situazione di partenza attenuandone i rischi fiscali, cogliendone le opportunità e/o sfruttando gli eventuali incentivi fiscali. Alcuni degli impatti fiscali connessi alla prevista riorganizzazione aziendale necessaria ai fini dell’adattamento all’imminente stadio finale della Brexit sono:

  • Potenziale revisione del ruolo ricoperto e del profilo funzionale di ciascuna entità del gruppo, le politiche dei prezzi di trasferimento e il meccanismo di allocazione degli utili con il nuovo modello operativo di business, evitando ridondanze, limitando le inefficienze fiscali e sfruttandone le opportunità;
  • Identificazioni delle IP esistenti, delle strutture centrali di gestione dell’IP/R&D e dei relativi flussi di sfruttamento;
  • Revisione della catena di fornitura rivista e i relativi flussi di transazioni per valutare la potenziale efficienza fiscale/razionalizzazione e l’adeguamento con il profilo fiscale, considerando anche i piani di sviluppo dell’attività;
  • Investigare possibile riorganizzazioni previste sul patrimonio fiscale e/o sulla situazione fiscale esistente e sugli incentivi in essere.

People

A partire dal 1 ° gennaio 2021, al termine del periodo di transizione, il diritto di libera circolazione garantito dall’accordo di recesso ai cittadini del Regno Unito in Italia e dell’UE nel Regno Unito cesserà. I cittadini del Regno Unito saranno trattati come cittadini di paesi terzi e saranno soggetti alle norme Italiane sull'immigrazione (visto, permesso di lavoro, ecc.). Per evitare che questo possa avere conseguenze negative sulla vita di tutti i giorni, i cittadini e lavoratori i del Regno Unito residenti in Italia devono ottenere il permesso di residenza prima della fine del periodo di transizione. Rimangono alcune incertezze sulle condizioni specifiche.

Tuttavia, i datori di lavoro devono prepararsi per la campagna post-Brexit (se non lo hanno già fatto): un organico del personale del Regno Unito, valutando le conseguenze della Brexit dopo il periodo di transizione, fornendo assistenza ai dipendenti per richiedere il nuovo permesso di soggiorno / visto / autorizzazione al lavoro, ecc. Per quanto riguarda la sicurezza sociale, sarà probabilmente negoziato un nuovo accordo (bilaterale) che sostituirà l'attuale normativa UE, o tornerà applicabile l’accordo del 1951 (ratificato 12 marzo 1953). 

Notified bodies

L'impatto della Brexit sarà elevato nell'area dei requisiti normativi e dei notified bodies.

Al momento stai facendo affidamento su un notified body nel Regno Unito / UE per immettere i tuoi prodotti sul mercato? Hai preso in considerazione tutte le implicazioni della Brexit a questo proposito, come la marcatura CE, i requisiti di sicurezza chimica, medica e alimentare?

What are the risks of being unprepared for Brexit?

Impreparati per la Brexit? Quali i rischi

Nessuna strategia sulla Brexit in atto? Rischi gravi interruzioni della tua attività e una corrispondente perdita di entrate.  Per continuare a fare affari con il Regno Unito, una volta terminato il periodo transitorio, devi essere pronto per il nuovo contesto normativo e regolamentare. Nel caso di impreparazione potrebbero verificarsi gravi interruzioni della catena di approvvigionamento a causa del blocco delle merci alla frontiera, l'IVA e le norme doganali cambieranno e potresti dover affrontare problemi normativi e di conformità, in particolare all'interno di settori altamente regolamentati come finanza e prodotti farmaceutici.

Potresti affrontare ingente burocrazia con la tua forza lavoro e le pratiche per l’immigrazione, perdita di fondi europei, aumento dei prezzi e l'elenco potrebbe continuare. Se non disponi di una strategia Brexit, la tua attività potrebbe essere a rischio.

             

Come possiamo aiutarvi?

Il nostro team multidisciplinare Brexit di PwC TLS attinge da una profonda esperienza nelle tematiche impattate dalla Brexit. Siamo qui per aiutarvi ad implementare la strategia Brexit adatta alla vostra organizzazione. Valuteremo la tua Brexit readiness, identificheremo i fattori che hanno maggiori probabilità di influenzare la tua attività e ne stimeremo il potenziale impatto. I nostri specialisti Brexit ti aiuteranno quindi a determinare ed eseguire la tua strategia Brexit personalizzata per mitigare i rischi e ridurre al minimo l'interruzione del tuo business.

Managed services

Ti mancano il tempo e / o le risorse per attuare efficacemente la tua strategia Brexit? I managed services di PwC TLS potrebbero essere la soluzione. I nostri specialisti dedicati lavoreranno al tuo fianco come parte del tuo team, in qualsiasi capacità tu richieda: finanza, tasse, IVA, dogana - applichiamo le best practices durante la tua transizione Brexit, liberando tempo per concentrarti sul tuo core business.

Perché PwC TLS

La nostra Brexit Business Unit adotta un approccio olistico per coprire ogni aspetto della tua organizzazione influenzato dalla Brexit, ovunque siano i tuoi affari. Siamo un team multidisciplinare di economisti, commercialisti, avvocati esperti di fiscalità, commercio internazionale, mercato del lavoro e finanza che hanno aiutato le imprese a prepararsi per la Brexit da quando ha fatto notizia per la prima volta nel 2016.

Utilizzando la nostra comprovata metodologia Brexit, la nostra relazione forte ed efficace con i nostri colleghi PwC nel mondo e, le soluzioni digitali di riferimento sviluppate da PwC, valuteremo la vostra prontezza alla Brexit e forniremo alla vostra organizzazione la resilienza per navigare nelle acque inesplorate della Brexit, dalla strategia all'esecuzione.

{{filterContent.facetedTitle}}

{{contentList.loadingText}}

Contact us

Flavio Mondello Malvestiti

Director, PwC TLS

Tel: +39 02 91605016

Gianluigi Bizioli

Of Counsel, PwC TLS

Tel: +39 02 91605004

Paolo Lucarini

Partner | Individual taxes, PwC TLS

Tel: +39 02 43516923

John Shehata

Associate Partner, PwC TLS

Tel: +39 02 91605515

Francesco Pizzo

Director, PwC TLS

Tel: +39 02 91605706

Andrea Brignoli

Director, PwC TLS

Tel: +39 02 91605221

Follow us