Responsabilità amministrativa degli enti ex D.Lgs. 231/2001

Il D.Lgs. 231/2001 disciplina la cd. responsabilità amministrativa degli enti nell’ipotesi in cui un soggetto apicale o sottoposto della società commetta uno dei reati espressamente previsti dallo stesso decreto, e dalla commissione di tale reato derivi un interesse e/o vantaggio della società stessa.

Violazioni accertate in materia 231 comportano responsabilità di natura penale in capo ai componenti degli organi apicali della società. È prevista un’esimente da responsabilità, qualora la società abbia adottato ed efficacemente implementato un modello di organizzazione, gestione e controllo atto a prevenire la commissione del reato della stessa specie di quello verificatosi, e nominato un organismo di vigilanza.

Attività di risk assessment

Svolgimento dell’attività di risk assessment, mediante interviste con le funzioni aziendali coinvolte, al fine di:

  • Identificare i reati 231 astrattamente rilevanti (anche attraverso analisi storica degli accadimenti).
  • Individuare le principali potenziali modalità di realizzazione di tali reati.
  • Individuare le principali aree/attività interessate dalle possibili casistiche di reato e le relative unità organizzative.
  • Esaminare il sistema dei controlli preventivi esistente in relazione al sistema procedurale e alla struttura organizzativa della società.
  • Individuare eventuali carenze/aree di miglioramento nel sistema dei controlli preventivi.

Predisposizione del Modello 231

Supporto nella predisposizione del modello di organizzazione, gestione e controllo (composto da Parte Generale, Parte Speciale, Codice Etico, Sistema sanzionatorio). 

Organismo di Vigilanza

  • Individuazione della migliore composizione dell’Organismo di Vigilanza previsto dal D.Lgs. 231/2001 tenuto conto degli orientamenti dottrinali e giurisprudenziali di settore.
  • Assunzione della carica come membro esterno dell’Organismo di Vigilanza.

Whistleblowing

Definizione della procedura di segnalazione che individui:

  • L’oggetto e il contenuto della segnalazione relativa alle condotte illecite ai sensi del D.Lgs. 231/2001 o alle violazioni dei principi contenuti nel modello 231.
  • Le modalità con cui possono essere effettuate le segnalazioni.
  • I soggetti destinatari delle segnalazioni.
  • Le attività di verifica e gestione della segnalazione.
  • Le tutele del Whistleblower.

{{filterContent.facetedTitle}}

{{contentList.loadingText}}
Follow us